Sede Legale: Via Mondovì 2 - 20132 Milano
Sede Amministrativa: Piazza Libertà 12 - 20873 Cavenago Brianza Tel. e Fax 0295.339.580
e-mail: - P.Iva e C.F. 04013320967 - Rea 1719096

 


Impianti Antincendio


Prevenzione Incendi


Certificazioni Antincendio


Sicurezza Lavoratori


Formazione Lavoratori


Impianti Elettrici



formazione antincendio

E' il DM n° 64 del 10 marzo 1998 che obbliga i datori di lavoro, sulla base del piano di emergenza, qualora previsto, alla designazione di uno o più lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze.
Per aziende di piccole dimensioni, l'addetto alla gestione delle emergenze può essere lo stesso datore di lavoro.
In ogni caso bisogna seguire un corso di formazione il cui contenuto è in proporzione al livello di rischio incendio dell'azienda.

Il decreto citato suddivide le aziende in tre livelli di rischio:

Argomenti del corso a rischio elevato

Luoghi di lavoro a rischio di incendio elevato: sono quei luoghi di lavoro o parte di essi, in cui per presenza di sostanze altamente infiammabili e/o per le condizioni locali e/o di esercizio sussistono notevoli probabilità di sviluppo di incendi e nella fase iniziale sussistono forti probabilità di propagazione delle fiamme, ovvero non è possibile la classificazione come luogo a rischio di incendio basso o medio. Vedi alcuni esempi di luoghi di lavoro a rischio di incendio elevato.

Argomenti del corso a rischio medio

Luoghi di lavoro a rischio di incendio medio: sono quei luoghi di lavoro o parte di essi, in cui sono presenti sostanze infiammabili e/o condizioni locali e/o di esercizio che possono favorire lo sviluppo di incendi, ma nei quali, in caso di incendio, la probabilità di propagazione dello stesso è da ritenersi limitata. Vedi alcuni esempi di luoghi di lavoro a rischio di incendio medio.

Argomenti del corso a rischio basso

Luoghi di lavoro a rischio di incendio basso: Rientrano in tale categoria di attivitą quelle non classificabili a medio ed elevato rischio e dove, in generale, sono presenti sostanze scarsamente infiammabili, dove le condizioni di esercizio offrono scarsa possibilitą di sviluppo di focolai e ove non sussistono probabilitą di propagazione delle fiamme.

 















Le sentenze
Modulistica VV.F.
Termini antincendio

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 22.09.2011 n. 221 della S.G., il DPR n. 151 del 01.08.2011 recante il Nuovo Regolamneto di Prevenzione incendi, finalizzato alla richiesta del Certificato di Prevenzione Incendi.

Il nuovo regolamento tende allo snellimento dell'attività amministrativa e alla semplificazione dei procedimenti con l'introduzione di diverse classificazioni aziendali.