Sede Legale: Via Mondovì 2 - 20132 Milano
Sede Amministrativa: Piazza Libertà 12 - 20873 Cavenago Brianza Tel. e Fax 0295.339.580
e-mail: - P.Iva e C.F. 04013320967 - Rea 1719096

 


Impianti Antincendio


Prevenzione Incendi


Certificazioni Antincendio


Sicurezza Lavoratori


Formazione Lavoratori


Impianti Elettrici



valutazione rischi da
atmosfere esplosive

Gli obblighi imposti al datore di lavoro dall'art. 290 del Testo Unico della Sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/2008), la cui attività può comportare la formazione di atmosfere esplosive, sono:

  • effettuare una valutazione complessiva del rischio di esplosione, considerando gli ambienti nei quali si può verificare l’atmosfera esplosiva;
  • ripartire in zone le aree in cui possono formarsi le atmosfere esplosive;
  • adottare, sulla base della valutazione del rischio effettuata, tutte le misure tecniche ed organizzative necessarie finalizzate ad evitare la formazione e ignizione di un’atmosfera esplosiva e, dall’altro, ridurre al massimo gli effetti di un’esplosione affinché i lavoratori siano preservati da ogni rischio. Tali misure dovranno essere regolarmente revisionate e aggiornate.

Esa Studio
effettuala valutazione rischi da atmosfere esplosive ai sensi del Titolo XI del D.Lgs. 81/2008


Per “atmosfera esplosiva” si intende una miscela di aria, in condizioni atmosferiche, con sostanze infiammabili allo stato di gas, vapori, nebbie o polveri in cui, dopo ignizione, la combustione si propaga all’insieme della miscela incombusta.

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI ESPLOSIONE
Per assolvere agli obblighi di valutazione del rischio il datore di lavoro valuta i rischi specifici derivanti da atmosfere esplosive, tenendo conto di:

  • probabilità e durata della presenza di atmosfere esplosive
  • probabilità che le fonti di accensione, comprese le scariche elettrostatiche, siano presenti e divengano attive ed efficaci
  • caratteristiche dell’impianto, sostanze utilizzate, processi e loro possibili interazioni
  • entità degli effetti prevedibili
  • i sistemi di contenimento

La valutazione deve essere estesa ai luoghi che sono o possono essere in collegamento, tramite aperture, con quelli in cui possono formarsi atmosfere esplosive.L’individuazione dei parametri sopra citati permette di individuare la probabilità di accadimento dell’evento e la gravità del danno presumibile.
In relazione a questo:
  • individuare l’indice di rischio e strutturare gli ambienti in modo da permettere ai lavoratori di svolgere il proprio lavoro in condizioni di sicurezza
  • garantire un adeguato controllo mediante l’utilizzo di mezzi tecnici adeguati in funzione delle risultanze della valutazione del rischio.

Per effettuare un’analisi del rischio di esplosione occorre identificare il pericolo connesso alla capacità della sostanza di formare miscele con l’aria che possono essere potenzialmente esplosive.




Le sentenze
Modulistica VV.F.
Termini antincendio

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 22.09.2011 n. 221 della S.G., il DPR n. 151 del 01.08.2011 recante il Nuovo Regolamneto di Prevenzione incendi, finalizzato alla richiesta del Certificato di Prevenzione Incendi.

Il nuovo regolamento tende allo snellimento dell'attività amministrativa e alla semplificazione dei procedimenti con l'introduzione di diverse classificazioni aziendali.